Già Nella Notte Densa


C’inerpicavamo in silenzio
su una via tortuosa e oscura
macinando tornanti su tornanti
Pellegrini ignari d’un mondo
ch’avanza a maggior altezza
solo in sé stesso tornando
D’un tratto uno scalpito
di zoccoli cavalli neri
e lucidi come lampi
in un assalto
Dalla roccia sfranta
colarono umori malsani
e paurosi e ci fermammo.
E fuggimmo in cima tra spine
di cardi sui ghiaioni spenti
i nostri muscoli urlando

che quella era l’unica via!
quell’impossedibile secreto
per noi di solitudini e rovine
nera proprietà dell’improvviso
di narici e crine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...