Le donne che oggi influenzano il design


Le Donne Visibili

L’inserto del “Die Zeit”, “Die Zeit Magazine” di ottobre ha pubblicato in copertina il ritratto di Rossana Orlandi, una delle talentscout italiane del Design più conosciute.
Il titolo è “Wie Rossana Orlandi und andere Frauen die Welt des Designs prägen” “Come Rossana Orlandi e altre donne influenzano il mondo del Design”.È la prima volta che si parla di design completamente al femminile. Se si parla di design così come di architettura o di urbanistica gli autori sono normalmente quasi sempre uomini.

Nella sua intervista afferma che, nella scelta dei prodotti, non si fa mai influenzare da chi è l’autore o l’autrice delle sue opere, l’importante è per lei il risultato. Le idee migliori sono quasi sempre di autori non di autrici. Quest’anno ho curato una mostra-mercato sull’up-cycling. 40 autori e autrici europei hanno presentato per 3 settimane le loro opere a Lipsia nell’ambito di uno dei festival di Design più…

View original post 618 altre parole

Ogni volta che…conta!


Ogni volta che guardi la televisione, ogni volta che leggi un giornale o ascolti la radio, conta quante donne ci sono! di Lilly Bozzo-Costa

Le Donne Visibili

Questo testo vuole essere  un “memento” che ho per la testa da diverso tempo. Prendetelo come volete, come esercizio mentale o come gioco per l’estate:

Ogni volta che guardi la televisione o qualsiasi trasmissione su Internet conta quante donne sono presenti in quel momento. Cambia il canale o programma e contale. Osserva quello che fanno, la loro competenza ecc. Riprova in diverse ore del giorno.

Ogni volta che compri un giornale, un settimanale (quelli femminili non contano, perché si spera che l´80% della redazione sia femminile) conta quanti articoli sono stati scritti da donne e su quali argomenti sono stati scritti. Conta quante foto rappresentano una donna e che messaggio queste donne danno con la loro presenza.

Ogni volta che ascolti la radio, conta quante donne parlano come moderatrici o come esperte e osserva in quali programmi sono più frequenti e per quali tematiche vengono chiamate a parlare.

Ogni volta…

View original post 158 altre parole

La Cura e il “Modello della Madre”


Fabrizia Curti ha scritto un bell’articolo sul tema della cura o il “modello della madre”
Qui uno dei passaggi che mi ha più colpito: “”(..) Quello che mi piacerebbe molto, come proposta politica, è che alle donne anche a 35, 40 o 50 anni venisse data la possibilità di ricominciare. Tutte le attività del “prendersi cura” dovrebbero acquisire un nuovo valore politico e quindi anche economico. Andrebbe rivalutata l’importanza del loro ruolo sociale, cosa che viene invece sempre sminuita (vi posso raccontare decine di riunioni in cui io non venivo considerata, nonostante anni di studio e nonostante fossi spesso più preparata degli altri presenti, solo perché casalinga). Ma al di là delle possibilità di carriera delle donne che hanno superato i 40 anni, mi piacerebbe che il nostro modello sociale prendesse spunto da questo: dopo anni di comunismo e capitalismo, ci starebbe bene “il modello della madre”, quel prendersi cura a tutto tondo anche nell’economia reale delle persone (..)”

Cliccate il link sotto per leggere l’articolo completo

La Cura e il "Modello della Madre".

L’Avvento delle Donne Visibili – Francesca Scaini


Le Donne Visibili

“E mi sono liberata.
Del vuoto che pesa troppo e schiaccia l’oggi ancor prima di pensare al domani.
Dei silenzi, quelli inutili, senza senso e sterili.
Delle voci che hanno confuso la mia anima.
Degli sciacalli del mio dolore, che pensavano di avermi in pugno.
Della pena di non aver fatto abbastanza, mi sono perdonata.
Del non essere “abbastanza bella”, sono un pezzo unico e questo mi rende irresistibile.
Mi sono liberata di qualche ipocrita di troppo.
Delle lamentele di chi guarda la vita scorrere e non si tuffa.
E finalmente mi sono guardata allo specchio. E quella donna che mi guardava dritta negli occhi la riconoscevo. E mi piace, più di prima.
Quella donna sono io.
Bentornata Francesca”

Francesca Scaini,  soprano

Francesca Scaini

View original post

L’Avvento delle Donne Visibili – Jolanda Insana


Le Donne Visibili

“pupara sono
e faccio teatrino con due soli pupi
lei e lei
lei si chiama vita
e lei si chiama morte
la prima lei percosìdire ha i coglioni
la seconda è una fessicella
e quando avviene che compenetrazione succede
la vita muore addirittura di piacere”

Jolanda Insana, Tutte le Poesie (1977-2006), Garzanti

Jolanda Insana

View original post

L’Avvento delle Donne Visibili – Esther Duflo


Le Donne Visibili

Da oggi, anche le Donne Visibili seguiranno l’avvento. Un avvento speciale, perché sarà l’avvento delle donne visibili, ovvero un calendario natalizio composto interamente da donne italiane e straniere che contribuiscono o hanno contribuito a rendere il nostro mondo migliore e a ispirarlo. Abbiamo bisogno di donne coraggiose e ambiziose.

Cominciamo con Esther Duflo.

Esther Duflo, quarantaduenne e eterodossa economista francese, si occupa di trovare formule sperimentali e pragmatiche per alleviare il problema della povertà nei paesi sottosviluppati. Il suo approccio è considerato come la nascita di un nuovo tipo di economia.
Esther Duflo è stata inclusa dalla prestigiosa rivista “Foreign Policy” fra i 100 pensatori più influenti al mondo e il presidente degli Stati Uniti Barack Obama l’ha voluta per la sua commissione per il sostegno al terzo mondo,  Global Development Council.
Potete ascoltarla qui

Esther Duflo

View original post